banner-news

3035aa11Misurare il rischio per una persona di sviluppare soggezione patologica al gioco d'azzardo si può, grazie ai risultati di una ricerca condotta presso il CNR di Catanzaro.

Il team di ricercatori, coinvolti nel progetto NEUROMEASURES, hanno analizzato i dati, derivanti da bioimmagini e dal comportamento di 200 soggetti coinvolti nella sperimentazione, identificando il profilo dei giocatori patologici. Danilo Lofaro, ricercatore del deHealth Lab sottolinea che l'analisi dei dati è stata svolta mediante l'utilizzo di "algoritmi di Intelligenza Artificiale per capire se esiste nei giocatori d'azzardo patologici uno specifico costrutto di personalità".

I risultati dello studio sono stati pubblicati sul Journal of Neuroscience Methods.

Il deHealth Lab è partner del progetto NEUROMEASURES, finanziato dal Ministero dell'Università e della Ricerca, per lo sviluppo di processi innovativi e di servizi di supporto alla diagnosi precoce di disturbi motori, comportamentali e della memoria. Il laboratorio partecipa al progetto, grazie all'expertise nell'ambito dei Servizi di Supporto alle Decisioni Cliniche e al know-how sulle tecniche di analisi dei dati clinici. I risultati della ricerca, conseguiti mediante l'adozione di tecniche di Machine Learning, consentono anche applicazioni alla diagnosi precoce della malattia di Parkinson e della demenza di Alzheimer, .

Link all'articolo su Repubblica.it 

http://www.repubblica.it/salute/ricerca/2018/02/06/news/fotografato_con_l_intelligenza_artificiale_il_profilo_dei_giocatori_patologici-188165633/